Colori per le pareti della Cucina

Colorare le pareti della cucina è una realtà sempre più frequente nella casa moderna. Un tempo l’unico colore scelto per le pareti della cucina era il bianco.

Il colore che meglio si sposava con la visione della cucina come “focolare domestico”, come ambiente rustico, dedito esclusivamente alla preparazione del cibo.

Nel momento in cui si è cominciato a guardare alla cucina in modo meno convenzionale e più moderno, come ambiente da arredare e rifinire in ogni suo dettaglio, come ambiente che merita gran riguardo perché si tratta del luogo dove quotidianamente si riunisce tutta la famiglia, proprio in quel momento il colore per le pareti ha fatto ingresso anche nella cucina.

Tinteggiare le pareti della cucina è un’impresa molto coinvolgente, che consente di esprimere la propria creatività, pur nel rispetto di alcune regole suggerite dagli esperti del settore.

Innanzitutto arredatori e designer consigliano di tinteggiare un’unica parete della cucina.

Questo perché essendo la cucina un ambiente molto vissuto, pieno di mobili, ricco di accessori, pieno di vita, colorare tutte le pareti potrebbe dare luogo ad un sovraccarico di dettagli, ad un effetto ridondante abbastanza sgradevole.

Poi, per la scelta del colore specifico di quella parete, sono ancora gli esperti, con i loro consigli ad indicarci la strada. Anche se l’ultima parola spetta sempre a noi.

Quali colori scegliere per le pareti della cucina

Vediamo i consigli degli esperti sui colori più utilizzati nella cucina della casa moderna.

  • Spesso viene scelto il blu, perché è un colore vivace ma leggero, elegante, che concilia il relax. Una tonalità dunque che non stanca. Per queste sue caratteristiche, i designer consigliano di trasgredire alla regola della tinteggiatura di un’unica parete della cucina e di utilizzare il blu su almeno due pareti. Pareti contigue per definire uno specifico angolo della cucina. Pareti opposte, intervallate da pareti bianche, per creare un gioco di contrasti. Il blu, inoltre, è un colore che ben si sposa alle essenze lignee moderne: perfetto se abbinato a mobilio bianco; raffinato se abbinato ad essenze lignee scure come il wengè.

  • Anche i colori pastello sono abbastanza gettonati nella cucina moderna. Tinteggiare le pareti della cucina di colori pastello come il giallino, il rosa, il celeste, il verdino…significa creare un ambiente caldo ed accogliente, con una personalità forte ma tradizionale. Non a caso i colori pastello sono i prescelti per le pareti delle cucine arredate in stile country, uno stile ricercato, romantico e suggestivo.

  • Il rosso è il colore prescelto da chi intende fare della sua cucina un ambiente di grande impatto estetico. Si tratta sicuramente di un colore abbastanza difficile da gestire. Un colore che offre grandi slanci all’inizio, che incide positivamente sull’umore, ma a lungo andare la sua preponderanza potrebbe stancare. Dunque, chi ama lo stile di tendenza e a maggior ragione il rosso, potrà puntare sui contrasti per un equilibrio cromatico che duri nel tempo. Sposare una parete rossa con un mobilio di colore neutro (come il bianco) potrebbe essere la scelta vincente, il perfetto connubio tra impatto estetico e vivibilità dell’ambiente.

  • Uno dei colori più amati per le pareti della casa moderna ed anche per quelle della cucina è il grigio. Scegliere il grigio per la cucina significa donarle un tocco di eleganza e ricercatezza, che spesso a questo ambiente, che predilige la funzionalità, sfugge. Ovviamente parliamo di un grigio chiaro, che può essere fatto rientrare tra le tinte neutre, utilizzate per decorare le pareti della cucina, senza però appesantirne il clima. Il grigio delle pareti, insieme ad un mobilio moderno di colore bianco, potrebbe generare in cucina un clima piuttosto freddo e severo. Per evitare questa insidia è bene abbinare il grigio ad essenze lignee più calde, oppure arricchire la cucina di accessori (tendaggi, quadri, suppellettili) colorati e vivaci, che ristabiliscano un clima gioviale, di condivisione.

  • Il colore più amato dalle donne per tinteggiare la cucina è senza dubbio il rosa. Si tratta di un colore leggero, romantico, la cui intensità può essere regolata a seconda dei “messaggi” che si intendono veicolare. Il rosa chiaro è il colore ideale per una cucina graziosa, piccina ma curata in ogni minimo dettaglio, una cucina molto romantica. Il rosa più carico, invece, è da prediligere se si intende fare della cucina un ambiente particolarmente dinamico, vivace, in cui il tocco femminile nell’arredo è ben evidente, anzi preponderante. Gli accessori e i complementi in commercio, da abbinare alla nostra cucina con le pareti rosa, sono tantissimi e possono essere scelti per affinità, per aumentare l’aura romantica della cucina; o per contrasto, per incrementare l’atmosfera di condivisione e convivialità.

  • Il giallo è il colore preferito per chi guarda alla cucina come ambiente che prima di ogni cosa deve essere calda ed accogliente. Dipingere una parete di giallo significa portare il sole in cucina, significa incidere positivamente sull’umore di chi vive quegli spazi, con un messaggio di allegria e giovialità. Esistono tantissime gradazioni di giallo tra cui è possibile scegliere. Gli esperti consigliano nuance più cariche per piccole pareti, toni più tenui se l’area da tinteggiare è più vasta, per evitare un effetto troppo invasivo che potrebbe stancare con il passare del tempo. Accessori, complementi e suppellettili di colore giallo, inoltre, potrebbero render trendy e ricercata, non solo comoda ed accogliente, la nostra nuova cucina tinta di sole.

  • Un colore assolutamente moderno per le pareti della cucina più di tendenza è il nero lavagna. Non si tratta di un semplice colore, ma di un colore abbinato ad uno specifico materiale che serve a trasformare una parete della nostra cucina in una lavagna, per prendere tutti i nostri appunti sulla spesa, sulla vita familiare, ecc…In gergo tecnico si parla di tintura a lavagna, di un prodotto che si stende sulla parete come una comune vernice, ma una volta asciugata diventa una vera e propria lavagna, su cui è possibile scrivere con gli usuali gessetti. Una parete creativa, ideale per rifinire una cucina dalla forte personalità, come quella arredata in stile moderno metropolitano, che deve la sua forza ai contrasti: tra colori, tra materiali, tra forme….

  • Un colore che non sparisce dalla cucina ma viene “re-inventato” è il bianco. Il bianco è ancora uno dei colori prediletti nella cucina moderna, ma acquista più spessore e personalità in abbinamento con particolari materiali o elementi cromatici dalla forte presenza scenica. Il bianco, ad esempio, è il colore prescelto per tinteggiare le pareti che affiancano le pareti di mattoni. Si tratta di pareti portate al successo dallo stile industriale, che lasciano intravedere gli elementi di cui sono fatte ad occhio nudo, ovvero i mattoni, e che raggiungono il loro massimo risalto se affiancate da candide pareti bianche.

  • Per chi ama tutti i colori al di fuori del bianco, la soluzione ideale per rinnovare la sua cucina è quella di un mix di colori, ovvero una tinteggiatura multicolor. Per una cucina dalla forte personalità, niente di meglio che abbinare vari colori, ciascuno per una delle sue pareti.Uno degli abbinamenti più riusciti è quello che ha dato vita ad un vero e proprio stile di tinteggiatura, noto come stile messicano. Il suo tratto essenziale è quello di accostare colori caldi come il giallo, l’arancio,il rosso, con cui dipingere le pareti dell’ambiente prescelto. Questi toni, poi, sono perfetti in cucina perché riscaldano l’atmosfera, la rendono più accogliente e le conferiscono quel tocco esotico che ha sempre il suo fascino, al di sopra delle mode del momento.

  • Se lo stile messicano non basta ad inondare di vita la nostra nuova cucina, potremmo sempre optare per la carta da parati. Scegliere la carta da parati significa scegliere il colore, ma anche la fantasia, la creatività, l’originalità. Per un certo periodo la carta da parati è stata considerata un accessorio piuttosto demodè. Le correnti di design più recenti, l’hanno portata nuovamente alla ribalta, aumentando le sue potenzialità. Questo grazie a fantasie super ricercate, moderne, accattivanti, che vanno a rifinire, a perfezione le pareti della casa moderna. Le fantasie di maggior successo, sul mercato attuale, sono quelle astratte in cui si sposano nuance decise come il nero, il grigio, il bianco, il marrone. Spesso tra questi toni scuri spicca un colore pastello, che va a vivacizzare l’atmosfera. Le carte da parati in tonalità piuttosto scure sono predilette nelle cucine con un mobilio chiaro, preferibilmente bianco, per creare un contrasto accesso. Le carte da parati più colorate sono perfette se accostate ad un mobilio più tradizionale, in essenze lignee più scure, sul marroncino, per dare il giusto risalto a tutta la nostra cucina.

Questa la nostra tavolozza di colori per una cucina moderna, allegra, colorata, ma soprattutto dotata di una forte personalità. La nostra nuova cucina.